Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK
  • image05
  • image01
  • image04
  • image01
  • image02
  • image03

02.CUCINA GIAPPONESE
OUTGOING GIAPPONE





Ricercata nelle presentazioni e nei sapori la cucina giapponese ha ormai conquistato il mondo; poterla assaporare nel suo ambiente d'origine è un'esperienza unica. Sapore, colore, forma, aroma; nulla è lasciato al caso da una tradizione che fa del pasto una vera cerimonia.

Piccoli vassoi di legno laccato vengono utilizzati per servire le ciotole: il riso a sinistra, la minestra nell'angolo a destra, i bastoncini uniti ed allineati su un supporto. Nessuna monotonia o simmetria, nulla si serve in pari qantità; tutto è curato ed il cibo viene tagliato con maestria ed arte.

L'elemento portante della cucina giapponese è il riso (han). Viene cucinato in molti modi differenti: l'anima di ogni pasto è il riso bollito, gohan, ma lo si può trovare anche fritto, chahan, condito con uova, piselli, mais, porro e altro ancora, arrotolato in foglie di alga nori, onigiri, ripieno di sottaceti, pesce, verdure... oppure ancora condito con aceto e coperto di pesce crudo, scampi bolliti o frittata dolce (sushi) o compresso in una torta (omochi).

Il pesce ricopre un ruolo d'eccezione: il tempura è il piatto di frittura di pesce e verdura di stagione, da gustare insieme alla salsa di soia ed a rafano e zenzero grattuggiati; il celebre sashimi è costituito da filetti crudi di orata, dentice, salmone, tonno o altro pesce pregiato da insaporire con salsa di soia; l'aji no tataki è sauro crudo a fettine condito con anellini di porro e zenzero.

Il Sakè è la bevanda tradizionale, vino leggero ricavato dal riso. Si beve sia caldo che freddo e si differenzia a seconda della regione. L'o-cha o tè verde, accompagna abitualmente il cibo giapponese, ma può anche essere servito come gesto di ospitalità.